Si rende noto che a partire dall’a.s. 2020/2021 le domande di messa a disposizione (MAD) per la stipula dei contratti a tempo determinato saranno prese in considerazione ESCLUSIVAMENTE se compilate ed inviate online utilizzando l’apposito FORM.

Link per inserimento MAD

Le domande possono essere presentate dal 01 luglio al 31 dicembre di ogni anno e saranno utilizzate per l’anno scolastico decorrente dal 1° settembre successivo al 01 luglio (data inizio presentazione delle domande). Le domande presentate hanno validità dal 1 luglio al 30 giugno di ciascun anno scolastico.
Non saranno pertanto accettate domande pervenute in altra forma (PEO, PEC, consegna a mezzo posta ordinaria o a mano).

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (SEGNATURA_1594975631_MAD.pdf)Provvedimento del Dirigente Scolastico prot. n. 5554/VII.1.2 del 17/07/2020 219 kB

Per acccedere al servizio "Pago In Rete", i genitori (almeno uno, meglio se entrambi) o i tutori, al più presto, devono:

a) procedere alla registrazione sulla piattaforma Pago in Rete (link: https://iam.pubblica.istruzione.it/iam-ssum/registrazione/step1/;

b) comunicare alla segreteria nome e cognome dei genitori/tutori che hanno provveduto ad effettuare la registrazione compilando il modulo Google qui indicato: https://forms.gle/NHAWMXNoEXtYEmXs8

Informativa Pago In Rete (file pdf 645 KB)

Indice:

Cosa è Pago In Rete
Normativa di riferimento
I vantaggi per il genitore
Come accedere
Come pagare
Visualizzazione avvisi di pagamento telematici
Notifiche degli avvisi telematici
Detrazioni fiscali
Pagamenti singoli o di gruppo
Fasi propedeutiche al corretto funzionamento della procedura
Assistenza
FAQ
Novità in cantiere
Video

Cosa è Pago In Rete

Pago In Rete (PIR) è il sistema centralizzato del Ministero dell’Istruzione per la gestione dei pagamenti scolastici.

 

Normativa di riferimento

Decreto Lgs. 07/03/2005 n. 82 “Codice dell’Amministrazione digitale” e successive modifiche e integrazioni.

Agenzia per l’Italia Digitale determina 22/01/2014

Agenzia per l’Italia Digitale determina 209/2018

 Ai sensi dell’art. 65, comma 2, del D.Lgs n. 217/2017 come da ultimo modificato dal D.L. n. 162/2019 (Decreto Milleproroghe), dal 30 giugno 2020 i prestatori di servizi di pagamento, cd  PSP (banche, poste, istituti di pagamento e istituti di moneta elettronICA)  sono chiamati ad utilizzare unicamente la piattaforma pagoPA per erogare servizi di pagamento verso le Pubbliche Amministrazioni. Pertanto, a partire dal 30/06/2020 le Istituzioni Scolastiche devono adottare ed utilizzare in via esclusiva la piattaforma pagoPA, attraverso il sistema dei pagamenti on line del Ministero dell’Istruzione “Pago In Rete”, che interagisce direttamente con pagoPA, in quanto i servizi di pagamento alternativi risulteranno illegittimi (non sarà più possibile effettuare versamenti alla scuola con bonifico su IBAN della scuola).

 Torna all'indice

I vantaggi per il genitore

  1. Avere sempre a disposizione un quadro chiaro della propria situazione pagamenti, accessibile via web tramite un front-end che riporta tutti gli avvisi emessi dalle scuole dei propri figli.
  2. Possibilità di accedere al servizio da tutti i dispositivi: PC, Tablet, SmartPhone.
  3. Ricevere le notifiche degli avvisi e le ricevute dei pagamenti effettuati in tempo reale.
  4. Possibilità di pagare contemporaneamente più avvisi di pagamento anche di scuole diverse attraverso la funzione «carrello»; in questo modo la commissione applicata sarà una sola per l’intera transazione.
  5. Scegliere diverse modalità di pagamento a disposizione:
    • Carte di Credito
    • Addebito in conto
    • Poste
    • Direttamente presso i prestatori di servizio autorizzati (sportelli bancari, tabaccherie, etc.) tramite Bar Code o QR Code
  6. Conoscere preventivamente i costi massimi dell’operazione da effettuare
  7. Avere garanzia della correttezza dell’importo da pagare;
  8. Ottenere immediatamente una ricevuta con valore liberatorio.

 Torna all'indice

 

Come accedere

Le famiglie possono accedere al servizio “Pago In Rete dal sito del Ministero dell’Istruzione: www.pagoinrete.istruzione.it.
Per accedere al servizio Pago In Rete devi disporre di username e password (credenziali).

  • Se hai un'identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) puoi accedere con le credenziali SPID del gestore che ti ha rilasciato l'identità (selezionando “Entra con SPID”)
  • Se sei un genitore che ha presentato una domanda d’iscrizione on-line puoi accedere con le stesse credenziali utilizzate per l’iscrizione di tuo figlio
  • Se sei un docente puoi utilizzare le credenziali Polis.

Se non disponi delle credenziali puoi ottenerle effettuando la registrazione al servizio cliccando sul link Registrati, fornendo codice fiscale, dati anagrafici e un indirizzo di posta elettronica attivo.
Se disponi delle credenziali puoi accedere al servizio Pago In Rete cliccando sul link ACCEDI.
Solo per il primo accesso al servizio dei pagamenti ti sarà richiesta l’accettazione preliminare delle condizioni sulla privacy.

  Torna all'indice

Come pagare

Le famiglie potranno pagare online in qualsiasi momento H24- tramite PC, Tablet, Smartphone – tasse scolastiche, visite didattiche e viaggi di istruzione, assicurazioni, attività extracurriculari, ecc.
Sul sito internet del Ministero, le famiglie potranno visualizzare in modo unificato tutti gli avvisi di pagamento intestati ai propri figli che frequentano scuole anche differenti ed effettuare pagamenti singoli o multipli direttamente online con carta di credito, bollettino postale online e addebito in conto corrente oppure di eseguire il versamento presso le tabaccherie, sportelli bancari autorizzati, uffici postali o altri prestatori di servizi di pagamento (PSP), scaricando il documento di pagamento predisposto dal sistema, che riporta QR-Code e Bollettino Postale PA.
In tempo reale si avranno le notifiche dei nuovi avvisi, il quadro sintetico e aggiornato delle operazioni eseguite e le ricevute dei pagamenti effettuati.

  Torna all'indice

Visualizzazione avvisi di pagamento telematici

Potrai visualizzare gli avvisi telematici di pagamento emessi dalla scuola associati al tuo profilo. In caso di mancata visualizzazione degli avvisi contatta l'istituto scolastico di frequenza dell'alunno, per comunicare le eventuali informazioni mancanti per l'associazione.

 

Notifiche degli avvisi telematici

Per ogni alunno associato al tuo profilo riceverai inoltre sulla tua casella di posta elettronica personale le notifiche degli avvisi telematici emessi dalla scuola di frequenza e le ricevute dei relativi pagamenti telematici da te effettuati.

 

Detrazioni fiscali

Per ogni pagamento telematico eseguito potrai anche scaricare in qualsiasi momento dall'applicazione l'attestazione di pagamento valida per eventuali detrazioni fiscali.

  Torna all'indice

Pagamenti singoli o di gruppo

Per alcuni pagamenti il versamento della quota dovrà essere effettuato da ogni singolo genitore registrato (un solo genitore), altri pagamenti potranno invece essere effettuati come di consueto avvalendosi del rappresentante di classe, pertanto saranno fornite dalla scuola apposite istruzioni di volta in volta.
Per ulteriori informazioni e per scaricare il "Manuale dell'utente" accedere a:
http://www.istruzione.it/pagoinrete/ (link esterno).

  Torna all'indice

Fasi propedeutiche al corretto funzionamento della procedura

  1. Verificare il possesso e il corretto funzionamento di una casella di posta elettronica del genitore:
    Considerato che tutte le comunicazioni saranno effettuate tramite email (Posta elettronica), un genitore per famiglia dovrà possedere una casella di posta elettronica; i genitori sprovvisti di indirizzo email personale sono invitati a dotarsene urgentemente (ad esempio su Google Mail si può avere una casella di posta elettronica gratuita).

  2. Testare il funzionamento della propria casella di posta elettronica.
    Al fine di evitare interruzioni del servizio dovute ad errori negli indirizzi di posta elettronica, si invitano tutti i genitori a verificare il funzionamento della propria casella email.

  3. Registrarsi con urgenza sulla piattaforma dedicata al servizio PagoInRete avendo cura di inserire correttamente tutti i dati compreso l'indirizzo email:
    https://iam.pubblica.istruzione.it/iam-ssum/registrazione/step1/ (link esterno)

  4. Dopo l'esito positivo della procedura di registrazione, è possibile consultare la propria scheda personale accedendo alla pagina:
    https://iam.pubblica.istruzione.it/iam-ssum/sso/login?goto=https%3A%2F%2... (link esterno).

  Torna all'indice

Assistenza

Per richieste di assistenza relative al sistema Pago In Rete si prega di chiamare il numero di telefono 080 92 67 603. Il servizio di supporto è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle ore 18:30.

 

FAQ

Faq pagamenti scolastici (link esterno)

 

Novità in cantiere

  • Con la nuova App IO le famiglie potranno eseguire tutti i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione, direttamente dal telefono in un unico punto di accesso, compresi gli avvisi di pagamento Pago In Rete;
  • A breve le famiglie che eseguiranno i pagamenti per tasse o contributi scolastici tramite Pago In Rete troveranno direttamente i dati del pagamento sul 730 precompilato

 

Video

 

Torna all'indice

Si pubblica, in allegato (file pdf 2,41MB) e nella sezione Amministrazione Trasparente Disposizioni generali/Atti generali, il Manuale di gestione del protocollo informatico redatto ai sensi dell’art. 5 del D.P.C.M. 3 DICEMBRE 2013, approvato dal Consiglio di Istituto in data 20/12/2019 con delibera n. 56 e dalla Soprintendenza Archivista e Bibliografica del Veneto e del Trentino Alto Adige di Venezia con nota prot. n. MIBACT|SAB-VTA_UO1|25/02/2020|0000635-del 25/02/2020.
Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 31 ottobre 2000 concernente le “Regole tecniche per il protocollo informatico di cui al decreto del Presidente della Repubblica del 20 ottobre 1998 n. 428”, all’art. 3, comma 1, lettera c) – come confermato dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre 2013 “Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40 -bis , 41, 47, 57 -bis e 71, del Codice dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005” – prevede per tutte le amministrazioni di cui all’art. 2 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, l’adozione del Manuale di gestione del Protocollo.
Obiettivo del Manuale di gestione è descrivere sia il sistema di gestione documentale a partire dalla fase di protocollazione della corrispondenza in ingresso e in uscita e di quella interna, sia le funzionalità disponibili agli addetti al servizio e ai soggetti esterni che a diverso titolo interagiscono con l’amministrazione.
Il Manuale di gestione descrive le attività di formazione, registrazione, classificazione, fascicolazione ed archiviazione dei documenti, oltre che la gestione dei flussi documentali ed archivistici in relazione ai procedimenti amministrativi dell’amministrazione.
Attraverso l’integrazione con le procedure di gestione dei procedimenti amministrativi, di accesso agli atti ed alle informazioni e di archiviazione dei documenti, il protocollo informatico realizza le condizioni operative per una più efficiente gestione del flusso informativo e documentale interno dell’amministrazione anche ai fini dello snellimento delle procedure e della trasparenza dell’azione amministrativa.
Il protocollo fa fede, anche con effetto giuridico, dell’effettivo ricevimento e spedizione di un documento.

amazon un click per la scuolaSi informano i docenti e le famiglie che  l’IC Oderzo aderisce all’iniziativa Amazon “Un Click per la Scuola”.
Di seguito i dettagli relativi alle procedure da seguire per partecipare all’iniziativa, che resterà in vigore fino al 29 febbraio 2020.

 

Acquisti su Amazon e doni alla tua scuola


Un Click per la Scuola è un’iniziativa promossa da Amazon.it a beneficio delle istituzioni scolastiche, che permette:

  • ai clienti Amazon di supportare una Scuola a scelta;
  • ad Amazon di donare, alla scuola selezionata, il 2,5% degli acquisti effettuati dai clienti su Amazon.it sotto forma di credito virtuale, che la scuola userà per richiedere i prodotti di cui ha bisogno scegliendoli all’interno di un ricco catalogo che comprende attrezzature elettroniche, cancelleria, articoli sportivi, giochi, strumenti musicali ecc.

    Per partecipare all’iniziativa devi:
  • Entrare nel sito www.unclickperlascuola.it;
  • Autenticarti con le tue credenziali Amazon o creare un account Amazon qualora tu non sia già cliente (lo si può fare direttamente da questa pagina);
  • Premere sul pulsante “Seleziona scuola” scegliendo: Veneto, Treviso, Oderzo;
  • Scegliere il tipo di scuola che si intende supportare (le opzioni sono: “Scuole dell’infanzia”, “scuole elementari” “scuole medie”, “scuole superiori”)
  • Scegliere il singolo plesso selezionandolo all’interno delle opzioni presentate;
  • cliccare su "Accedi e Conferma", e procedere con l’acquisto su Amazon di “acquisti idonei”;
  • Dal secondo accesso non è più necessario ripetere la procedura perché la scuola scelta sarà automaticamente associata al tuo account.

    Precisiamo che:
  • le informazioni relative ai tuoi “acquisti idonei effettuati su Amazon non verranno in nessun caso condivise con la scuola da te selezionata;
  • sono considerati “Acquisti idonei” tutti gli ordini ad esclusione di quelli relativi a contenuti digitali e a prodotti venduti da venditori terzi sul Marketplace di Amazon.it
  • l’iniziativa resterà in vigore fino al 29 febbraio 2020.

 

L’art.32, comma 1 della Legge n.69 del 18 giugno 2009 ha sancito che: “a far data dal 1º gennaio 2010 gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati“.
Il successivo comma 5 dello stesso art. 32 precisa che “a decorrere dal 1º gennaio 2010 e, nei casi di cui al comma 2, dal 1º gennaio 2013, le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale“.
Il termine per la pubblicazione telematica degli atti è stato prorogato con la Legge n. 25 del 26 febbraio 2010 al 1º gennaio 2011.

 

 

L’art.32, comma 1 della Legge n.69 del 18 giugno 2009 ha sancito che: “a far data dal 1º gennaio 2010 gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati“.
Il successivo comma 5 dello stesso art. 32 precisa che “a decorrere dal 1º gennaio 2010 e, nei casi di cui al comma 2, dal 1º gennaio 2013, le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale“.
Il termine per la pubblicazione telematica degli atti è stato prorogato con la Legge n. 25 del 26 febbraio 2010 al 1º gennaio 2011.

 

Responsabile della trasparenza: Dirigente Scolastico

La trasparenza è intesa come accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche.
La presente sezione “Amministrazione trasparente” è stata adeguata a quanto previsto dal Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013 che ha riordinato e semplificato la normativa in materia di obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle amministrazioni pubbliche ai sensi dell’art. 1 c. 35 della legge n. 190/2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”

“Amministrazione trasparente” è organizzata in sezioni (attivabili cliccando sulle voci del menù posto a sinistra della pagina) e in sotto-sezioni, cliccando sulle quali è possibile accedere alle informazioni che riguardano i diversi aspetti dell’attività amministrativa e istituzionale dell’Istituto Comprensivo di Oderzo.
La pubblicazione dei dati che presentano connotati di riservatezza viene effettuata garantendo la tutela la tutela della privacy, nel rispetto della normativa e delle indicazione del Garante della Privacy.